Gatti Allevamenti Gattili Animali Cani  - Dettagli articolo
Sponsor

Gatti

Annunci
LIVE STATISTICS
  • Links attivi :
  • Links Odierni:
  • Links sospesi:
  • Totale Categorie: 7
  • Sottocategorie: 49
  • Totale Articoli: 38

Il gatto Thai

Data aggiunta: July 31, 2007 08:57:35 AM
Author:
Categoria: Allevamenti Gatti: Thai

STORIA

Questa razza è originaria del Siam (Thainlandia) e venne introdotta in Europa nel XIX secolo. Il primo esemplare sfilò all'esposizione del Crystal Palace di Londra nel 1871, ma essendo molto diverso dai classici felini domestici conosciuti all'epoca ( gli inglesi erano abituati ad animali dal colore uniforme, lo definirono addirittura "gatto da incubo", non riscosse alcun successo. Alcuni anni più tardi, Owen Gould, console britannico a Bankok, innamoratosi di questo animale così singolare, dall'aspetto elegante e raffinato, dopo averlo visto alla corte di Pradjadipok , re del Siam, riuscì,corrompendo un domestico del sovrano,a ottenere una coppia di questa razza da regalare alla sorella,residente nella capitale inglese. Questa volta i due mici, di nome Pho e Mia,presentati a una nuova esposizione felina londinese nel 1891 riscossero,a differenza dei loro predecessori,l'apprezzamento e l'interessamento del pubblico e,riconosciuti ufficialmente,divennero capostipiti della razza europea. Si narra che il re Pradjadipok custodisse così gelosamente i suoi gatti da minacciare di morte chiunque tentasse di portaglieli via.

COM'E' FATTO

Il Thai è un gatto di taglia media,dalla struttura solita,compatta,robusta ma elegante. Ha una corporatura tondeggiante e una buona muscolatura.

Peso: fino a 4 kg il maschio,invece la femmina raggiunge al massimo kg 3,5

Vita media: oltre i 15 anni

Orecchie: larghe alla base e ben distanziate tra loro,sono di media grandezza e con la punta arrotondata.

Testa e muso: ben arrotondata con guance forti e naso con una leggera rientranza.

Occhi: a forma di limone hanno una colorazione blu-azzurra molto luminosa.

Coda: di media lunghezza è un pò spessa alla base,ma termina a punta.

Zampe: muscolose e ben proporzionate con piedi ovali.

Mantello: lucido,fitto,corto e leggermente inclinato. La punta dei peli deve essere di colore scuro,contrastante con il colore del mantello.

Colori:

BLUE POINT: estremità grigio/blu,con corpo color bianco sporco.

SEAL POINT: estremità marrone scuro con ventre e corpo color crema.

LILAC POINT: estremità grigio/rosate con corpo bianco panna.

CHOCOLATE POINT: estremità color bruno/nocciola con corpo color bianco avorio oppure marcature color squama di tartaruga con mantello chiaro.

TABBY POINT: marcature a righe di qualsiasi colore (tra quelli elencati).

CARATTERE

Il Thai è un gatto dolce ed espansivo,si affeziona a una persona in particolare. Miagola di frequente per ottenere ciò che desidera. Dinamico e giocherellone, non soffre comunque la solitudine. E' anche un grande "giocherellone": ama accucciarsi sulle spalle e sul grembo del suo padrone. Di solito non ha problemi né con gatti né con altri animali domestici. Soffre il freddo;ha bisogno,quindi,di una cuccia comoda e calda. E' adatto alle persone che vivono sole e agli anziani,poiché essendo vivace e "chiacchierino" è un'ottima compagnia contro la solitudine. Ai bambini,verso i quali si mostra molto paziente;è bene abituarlo sin da piccolo a lasciarsi affettuosamente "manipolare". Ama giocare con tutto ciò che vede rotolare per casa ed è abilissimo nell'afferrare e riportare i piccoli oggetti o palline di gomma. Rimane un gran giocherellone anche da adulto. Il Thai è un gatto tranquillo e adatto alla vita in appartamento,ma gradisce,se possibile anche un piccolo spazio all'esterno della sua abitazione. Apprezza molto le passeggiate all'aperto e si adatta bene anche a viaggiare in auto,in quanto la cosa più importante per lui è rimanere accanto alla sua "famiglia". Una particolarità del Thai è la sua disponibilità a essere condotto al guinzaglio. Però è bene abituarlo sin da piccolo,iniziando a metterglielo in casa per pochi minuti al giorno e cercando di camminargli al fianco,aumentando in seguito gradatamente la durata della lezione e quando avrà imparato,si potrà tentare di farlo camminare anche in giardino o comunque in strade poco frequentate. Se però micio non si comporta subito come si dovrebbe non ci si deve innervosire o strattonarla: sarebbe controproducente. Invece del semplice collare, è meglio utilizzare l'imbracatura,che imbriglia dal collo alle zampe anteriori: in questo modo che la "presa" è più salda.

CURE

Il mantello del Thai non richiede cure particolari. Basta spazzolarlo una o due volte alla settimana utilizzando prima una spazzola a setole morbide naturali poi un pettine metallico a denti fitti,per mantenergli il pelo pulito e sano. Durante la toelettatura, è bene ispezionare accuratamente la cute del micio poiché, a volte, possono esserci dei parassiti. Se micio ha bisogno di essere lavato usate uno shampoo neutro o un prodotto specifico; è meglio comunque non lavarlo spesso ( 2 volte all'anno sono sufficienti ), in questo modo non vengono alterati i sistemi di protezione della cute e del mantello. Per lucidare il pelo potete usare una pezza di seta, di velluto o di pelle scamosciata.

ALIMENTAZIONE

Si può optare indifferentemente per una dieta a base di cibi confezionati o alimenti preparati in casa. Importante è variare il più possibile,alternando ai mangimi specifici per gatti carne,pesce,qualche verdura,formaggio e uova. E' un gatto molto ghiotto di pesce, in particolare tonno e salmone.

RIPRODUZIONE

La femmina non va fatta riprodurre prima del 2° calore, cioè dopo l'anno di età. I primi sintomi di gravidanza si osservano verso il 20° giorno con l'arrossamento dei capezzoli. La gatta aumenta di peso (a seconda del numero dei cuccioli). Si ha il rigonfiamento dell'addome. La gestazione dura intorno ai due mesi e nascono in media 4 - 5 gattini per parto. Lo svezzamento termina a 2 mesi. La gatta non ha bisogno di cure particolari: le bastano,infatti una scatola oppure una cesta foderata internamente con coperte o carta di giornale. I gattini appena nati hanno le palpebre chiuse e le orecchie ripiegate all'indietro.

Categorie più visitate
Ultimi Articoli
Il gatto Abissino
Abissino: fisionomia, carattere, cure, storia, alimentazione, riproduzione, allevamenti.
Il gatto American Curl
American Curl: fisionomia, carattere, cure, storia, alimentazione, riproduzione, allevamenti.